InTheArt – Sabrina Schatz

Ciao! Mi chiamo Sabrina, ho 29 anni e vivo da due anni a Bologna. Sono nata e cresciuta in Germania. Dopo essermi laureata in Pedagogia e poi in Scienze della Comunicazione, mi sono trasferita in Italia per … amore. Ma non è la prima volta che vivo qui: a 18 anni, dopo il liceo, sono andata a vivere in Sicilia per 1 anno dove ho fatto la ragazza alla pari. Inoltre, 3 anni dopo, sono stata 5 mesi a Bologna per partecipare al programma Erasmus. Che combinazione essere poi tornata a vivere qui!

Adesso gestisco la comunicazione digitale di un’azienda locale che vende prodotti di cosmetica naturale e altro.

Alla grafica, invece, mi sono avvicinata da poco per un motivo … meno romantico: mi serviva per la mia idea di Robine Paperwork. Volevo creare cartoline, ma la produzione unicamente a mano di ogni copia non sarebbe stata sostenibile. Per questo motivo dovevo portare i miei disegni fatti a mano nel mondo della grafica vettoriale. Alla fine con un po’ di studio e tanta pratica da autodidatta ho imparato ciò che mi serviva, riuscendo così a far nascere un progetto che per tanti anni era stato solo un sogno nella mia mente.

La creatività fa parte di me da sempre, l’ho sempre considerata un’attività che mi rende felice e serena. Grazie all’arte (in generale), da bambina non ero mai annoiata perché dipingevo e disegnavo sempre, creavo oggetti a mano, inventavo giochi, ecc. E anche da adolescente cercavo conforto dai dispiaceri nella creatività, ad esempio per affrontare i primi dispiaceri d’amore. A scuola ho scelto come materia d’esame l’arte, portando una tesina preparata in due anni. In quel periodo ho imparato molto su questa materia ed i relativi personaggi di spicco. E’ un mondo che mi ha sempre affascinata, grazie anche alla sua capacità di aprire le porte della fantasia e delle emozioni. L’arte rende la vita completa…

La creatività fa parte di me da sempre, l’ho sempre considerata un’attività che mi rende felice e serena. Grazie all’arte (in generale), da bambina non ero mai annoiata perché dipingevo e disegnavo sempre, creavo oggetti a mano, inventavo giochi, ecc. E anche da adolescente cercavo conforto dai dispiaceri nella creatività, ad esempio per affrontare i primi dispiaceri d’amore. A scuola ho scelto come materia d’esame l’arte, portando una tesina preparata in due anni. In quel periodo ho imparato molto su questa materia ed i relativi personaggi di spicco. E’ un mondo che mi ha sempre affascinata, grazie anche alla sua capacità di aprire le porte della fantasia e delle emozioni. L’arte rende la vita completa…